• aaa_scapadizz.jpg
  • Aguscel.JPG
  • Alfio.jpg

Che differenza c’è tra buràz e struźóη?

Il termine buràz deriva dal latino bura o burra che significa tela grezza, può anche avere attinenza con bur (lat. burius) che significa scuro, quindi non sbiancato, pertanto il nome buràz è tratto dal materiale con cui questo è fatto e dal suo aspetto 'grezzo'.

Mentre struźóη è legato all'azione di struźàr, pulire, strofinare, quindi allo scopo per il quale serve.

Entrambi i termini indicano, nell'uso comune, oggetti analoghi, però il buràz poteva servire anche da asciugamani (e la téla burazìna che nelle nostre zone era usualmente ottenuta dalla tessitura dei cascami della canapa, quindi molto ruvida, serviva sia per fare strofinacci da cucina sia per asciugamani, da buon comando, e talvolta, per chi non si poteva permettere di meglio, anche per le lenzuola). Invece al struźóη poteva essere dello stesso materiale del buràz ma in quel caso serviva solo come strofinaccio da cucina ad esempio per asciugare i piatti (struźóη da piat, che nel bondenese viene chiamato anche sughìn) o per pulire ad esempio il ripiano del tavolo; un pezzo di struźóη da cucina ormai rotto, veniva riciclato (non si poteva buttare via nulla!) e serviva col nome di strufài o strufióη per lavare i piatti, quando un tempo non c'erano le spugnette varie che usiamo oggi. Ma al struźóη poteva essere anche di tessuto diverso, come uno straccio qualsiasi, per pulire altre cose, appunto struźàr, anche cose unte, come quelle di pertinenza dei meccanici, che come struźóη a volte usavano un pezzo di una vecchia tuta blu, la loro abituale 'divisa'.

Login Form

NewsLetter

Al Tréb dal Tridèl

sede: presso il Centro Sociale Rivana Garden
via Gaetano Pesci, 181 - Ferrara 
mail: info@dialettoferrarese.it


Presidente Onorario Iosè Peverati
Presidente Floriana Guidetti
vice Presidente Edoardo Gnudi
Segretario Layla Furiani

Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla