• aaa_scapadizz.jpg
  • Aguscel.JPG
  • Alfio.jpg

Teatrino Aglio, Olio e Peperoncino

Teatrino Aglio, Olio e Peperoncino

Referente: Romano Sgarzi, via Matrana n. 41, 44027 Migliarino, tel. 0533-640107

La compagnia teatrale è nata ufficialmente nel 1987 a Massafiscaglia col nome di "Teatro dell'improvvisazione". Ha lavorato prevalentemente nell'ambito del teatro dialettale portando in scena i classici del vernacolo ferrarese esordendo il 31/07/87 con "L'avucat di povar" di Marescotti-Spadoni.

La compagnia ha organizzato dal 1988 cinque rassegne teatrali in dialetto al Cinema Teatro Nuovo di Massafiscaglia con la partecipazione di varie compagnie della provincia e proponendosi ulteriormente ogni anno con la promozione dello spettacolo per beneficenza pro UNICEF "I bambini di Massa per i bambini del mondo".

Dopo una pausa di riflessione, nel 1993 la compagnia si costituisce come associazione col nome attuale entrando a far parte dell'associazione "Voci di teatro" e presentando nel settembre dello stesso anno alla rassegna "Settembre copparese" il primo lavoro in lingua: l'atto unico "L'orso" di A. Cechov al quale si è aggiunto successivamente l'altro atto unico "La domanda di matrimonio" sempre di A. Cechov.

Nel 1994 questo lavoro di rielaborazione "cechoviana" ha partecipato tra l'altro alla rassegna "Ferrara estate" a Palazzo Muzzarelli Crema e a "Sere a teatro" a Palazzo Vaccari a Portomaggiore.

Nasce quindi lo spettacolo "Confusioni" di A. Ayckbourn e nel marzo del 1995 viene presentato per la prima volta a Tresigallo in occasione della festa della donna. Verrà rappresentato successivamente a "Ferrara estate" e di nuovo a Portomaggiore dove chiude la rassegna a Palazzo Vaccari.

Nel 1996 la compagnia lavora nel circuito "Teatro oltre le nebbie" sempre con lo spettacolo "Confusioni" e per l'occasione anche con "Lassa chi diga" preparando nel frattempo il nuovo lavoro: "Con assoluta ingratitudine" di M. Costanzo, per "Ferrara estate '96".

La compagnia ha inoltre tenuto un laboratorio di teatro per alcune classi dell'Istituto Einaudi di Ferrara.

Il metodo di lavoro è la ricerca di un genere di teatro a metà strada fra il naturalistico e lo sperimentale, un teatro che vada al di là delle semplici parole testuali, che cerca di invogliare lo spettatore ad usare l'immaginazione, ad astrarsi dalla realtà oggettiva per "appoggiarsi" ad una realtà virtuale. In questi momenti le cose o le persone non hanno più la loro funzione specifica, ma si intersecano coi significati di un mondo che non assolve più solo al testo fine a se stesso, ma anche allo spazio, alla musicalità e al ritmo creando effetti e situazioni oltre ogni logica, oltre il personaggio, oltre il Teatro-Commedia nel senso stretto del termine, per abbracciare il "TEATRO" cioè qualcosa di universale, al di sopra delle parti e della parola

Attualmente i componenti della compagnia sono dieci: Romano Sgarzi, Monica Balestra, Marco Bosi, Sabina Sgarzi, Sonia Sgarzi, Elisa Paliotto, Paola Zanotti, Monica Tassi, Simona Goberti, Alessandro Grandi.

Repertorio:

  • L'avucat di povar di Werter Marescotti e Ultimo Spadoni
  • Un anzul a l'infèran di Mendes Bertoni
  • Che cucagna S. Antoni di Werter Marescotti e Ultimo Spadoni
  • Al spaventapassar di Werter Marescotti e Ultimo Spadoni
  • Par i occh an fa mai l'alba di Werter Marescotti e Ultimo Spadoni
  • Al segrèt ad Garibaldi di Werter Marescotti e Ultimo Spadoni
  • 'Na famié ad sscumantì (Una strana famiglia di I. Bartoletti) trad. di Romano Sgarzi
  • Lassa chi diga di Mario Ansaloni
  • I cónt ssenza l'ost di Werter Marescotti
  • 'Na matina in cà da Paul di Werter Marescotti
  • I du vecc bacucch di Mendes Bertoni
  • Urécia par mastèl di Alfredo Pitteri

Login Form

NewsLetter

Al Tréb dal Tridèl

sede: presso il Centro Sociale Rivana Garden
via Gaetano Pesci, 181 - Ferrara 
mail: info@dialettoferrarese.it


Presidente Onorario Iosè Peverati
Presidente Floriana Guidetti
vice Presidente Edoardo Gnudi
Segretario Layla Furiani

Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla